Primo Settembre, ogni anno è una Liberazione

Bentrovati amici di Sestosguardo!!!😀
Ultimamente vi ho un po’ trascurati, lo so. Sono mesi che non scrivo e ho pure ricevuto qualche mail di rimprovero…
Vi dico solo che il 2011 mi ha portato tante belle novità, piccole soddisfazioni personali che ho coronato con un bel viaggetto di due settimane in Francia (però niente Bagnolet…), dal quale sono tornata rinvigorita e piena di buoni propositi. Quindi eccomi qui a parlare, come sempre, della nostra Sesto, e di cosa altrimenti?😉 E quale occasione migliore per ripartire, se non la Liberazione?🙂

Il Primo Settembre si festeggerà a Sesto la Liberazione dal nazifascismo per il 67° anno consecutivo. Ecco il programma, che trovate anche sul sito del Comune di Sesto insieme agli orari di chiusura al traffico di alcune strade:

L’amministrazione comunale celebra il 67° anniversario della Liberazione di Sesto Fiorentino dal nazifascismo. Giovedì prossimo sono in programma una serie di iniziative per ricordare il 1° settembre del 1944 che cominceranno alle ore 9 con la deposizione di corone ai Cippi e al Cimitero Maggiore da parte delle autorità civili, religiose e militari, alla quale seguirà una messa in memoria dei Caduti presso la Pieve di San Martino. Alle 10,30 partirà poi da piazza Vittorio Veneto il corteo per le vie cittadine con la deposizione di corone ai monumenti ai Caduti e al Partigiano. A seguire, alle 11,15, di fronte al monumento di piazza Vittorio Veneto, parleranno il sindaco Gianni Gianassi, la vicepresidente della Regione Toscana Stella Targetti, la presidente della Consulta Comitato unitario antifascista Graziella Milani e Leandro Agresti del Comitato provinciale dell’Anpi di Firenze.

La giornata di celebrazioni si concluderà la sera con il tradizionale concerto gratuito in piazza Vittorio Veneto, che quest’anno sarà dedicato al 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Sul palco allestito di fronte al palazzo comunale, a partire dalle 21,15, saliranno Nada, Ginevra di Marco, Cisco, Brunori Sas e il Coro dei Minatori di Santa Fiora (V. Video) per proporre lo spettacolo “Costituzione cagionevole”, con la direzione artistica di Francesco Magnelli. Per l’occasione, il sindaco Gianni Gianassi ha firmato un’ordinanza di divieto di vendita e somministrazione al pubblico di alcolici e di bevande contenute in recipienti di vetro e lattine dalle ore 19 alle ore 2, nell’area dove si svolgerà il concerto.

Per un momento però vorrei invitarvi a riflettere seriamente su quanto sia bella la nostra Sesto libera, una Sesto dove si può essere cattocomunisti, la mattina andare in chiesa e la sera alla Casa del Popolo. C’è stato un tempo in cui la libertà era solo un bel ricordo, e questo tempo non è troppo lontano. Con questo spirito vi auguro con un paio di giorni d’anticipo una felice Festa della Liberazione, perchè essere sestese, per me, vuol dire anche essere antifascista.🙂

1 Commento

Archiviato in comune, cronaca, cultura, estate, eventi, musica, personaggi, serata possibile, Sesto Fiorentino, storia, tradizioni

Una risposta a “Primo Settembre, ogni anno è una Liberazione

  1. Filippo

    I “cattocomunisti” sono in cancro della sinistra. Serpi in seno! Una geniale invenzione per annullare ogni possibilità di avere un paese laico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...