7 nov-3 dicembre Sesto ricorda dopo 20 anni la caduta del Muro di Berlino

Correva l’anno 1989, io avevo sette anni da poco compiuti, Alessio 9. Del muro che ha diviso la Germania in due ci ricordiamo ben poco, ma ci ricordiamo l’Europa degli anni ’90, a tratti povera, ma sempre dignitosa. Abbiamo visitato Berlino solo quest’anno, ad ottobre, dopo ben 20 anni dalla caduta del Muro. Anzi, Der Mauer, ridotto ormai a soli 1300 metri di lunghezza e reso suggestivo e bello da artisti internazionali, tanto da essere chiamato East Side Gallery. Ma il vero Muro non è una semplice costruzione di cemento. E’ un’imposizione fisica e mentale. E’ la gente che è morta per oltrepassarlo. E’ lo strumento con cui due superpotenze hanno giocato con la vita vera di un popolo.

Contribuire al dibattito su un evento-simbolo della fine di un’epoca. È quanto si propone di fare l’amministrazione comunale di Sesto Fiorentino con “C’era una volta il Muro”, la rassegna organizzata per ricordare il ventesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino. Nel programma due ospiti di spicco: Andrea Graziosi, storico dell’Università di Napoli tra i massimi esperti internazionali di storia dell’Unione Sovietica, che sabato 7 novembre terrà la conferenza pubblica dal titolo “Il crollo dell’Impero. La disgregazione dell’Urss e la fine del socialismo reale” (Sala “Pilade Biondi”, palazzo comunale, ore 11, ingresso libero) e Lucio Caracciolo, direttore della rivista italiana di geopolitica “Limes”, che venerdì 13 novembre parlerà della fine della Guerra Fredda agli studenti sestesi. La rassegna prevede anche la mostra fotografica di Stefan Koppelkamm “Ortszeit – Local time” nel Palazzo comunale visitabile fino al 28 novembre  e la rassegna cinematografica a ingresso gratuito (ore 21.30) presso il cinema multisala Grotta: Goodbye, Lenin!” (19 novembre), “Le vite degli altri” (26 novembre) e “Katyn” (3 dicembre). Il Deutsches Institut di Firenze offre inoltre  gratuitamente un corso di tedesco di venti ore a tutti i residenti a Sesto Fiorentino nati nel 1989 (informazioni allo 055/215993).

Lascia un commento

Archiviato in arte, cinema, comune, corsi vari, cronaca, cultura, eventi, fotografia, personaggi, pittura, scuola, serata possibile, Sesto Fiorentino, storia, tradizioni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...