“Monna Gelmini”, anonimo sestese

Se mai le tue furon promesse
ben presto le hai poi rimosse
e sapendoci ignudi e inermi al mar
pensasti giustamente dove posso andar?
Per poco spender andasti verso tre monti
tanto ti avevan detto che eravamo tanti
ma d’impeto è cresciuta forte la protesta
non dalle viscere vien ma dalla nostra testa.
Orsù dunque persa hai già la faccia
e non ti aspettar che tutto taccia
scusaci, non vogliam metterti alla gogna
ma questo modo d’agir è stata una vergogna.
Torna a ragionar ed a interloquire
perchè la bramosia dell’imminente agire
perdinci non sempre si conface
a chi del parlamento è infin seguace

La poesia è stata appesa la scorsa settimana ad un albero in piazza del Comune.

5 commenti

Archiviato in arte, letteratura, scienza e ricerca, scuola, Sesto Fiorentino

5 risposte a ““Monna Gelmini”, anonimo sestese

  1. Direi che è stata una bella mossa
    e che è ora di darsi una smossa.
    La poesia è per la Gelmini
    ma piace a grandi e piccini.
    Ma ora basta con questo parlare
    a quest’ora è meglio che vada a lavorare!

    Eheh… aLe che vuoi farci? Mi sono svegliato cosi’🙂 ahaha

  2. aLe

    Ahahahah! Il Dante de noartri!😀

  3. Marco

    Ma non fate più i quiz su Sesto??? Comunque sto aspettando il post sui torrenti…

  4. Tariddu

    S’aggiorna novembre 2009???

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...