6000 anni di ceramica a Sesto: dal passato la ricetta per il futuro

Dal 27 settembre al 3 ottobre il Comune ha organizzato la manifestazione “Ceramica. 6000 anni di produzione a Sesto Fiorentino”, al centro della quale ci sono i reperti archeologici scoperti a Sesto Fiorentino durante gli scavi compiuti negli ultimi anni dall’Università di Siena e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, che hanno portato alla luce reperti ceramici di grande valore risalenti a migliaia di anni fa: un vero e proprio patrimonio dell’età preistorica che testimonia le radici antichissime della storia della ceramica sestese, risalenti a molti secoli prima della nascita della Manifattura GinoriLe fotografie che abbiamo inserito in questo post sono solo alcuni esempi dell’estro creativo dei ceramisti della Ginori esposti alla Fiera di Primavera 2008.

Il programma della manifestazione prevede per sabato 27 e domenica 28 uno stand allestito in piazza Vittorio Veneto, dove saranno effettuate dimostrazioni delle fasi di lavorazione dell’argilla e delle tecniche di foggiatura e cottura note in epoca preistorica. In questo spazio, progettato e gestito dall’Università di Siena e da esperti di archeologia sperimentale, sarà allestito anche un laboratorio di ceramica per bambini e adulti. Negli stessi giorni, presso l’Archivio della ceramica sestese (via Tevere, zona Osmannoro) saranno esposte ceramiche di epoca preistorica scoperte nel corso di scavi effettuati recentemente a Sesto Fiorentino, ceramiche appartenenti al corredo della tomba etrusca della Montagnola, oltre a documenti e modelli in gesso di aziende ceramiche di fine ‘800 e primi ‘900. Per l’occasione l’Archivio sarà raggiungibile con un bus navetta messo a disposizione dal Comune.

Sono previste poi due occasioni di confronto tra amministratori, imprenditori e docenti universitari. Il primo incontro su “Le antiche produzioni ceramiche a Sesto Fiorentino. La valorizzazione del passato come elemento di promozione della produzione attuale e del territorio” si svolgerà sabato 27 settembre nella Sala “Pilade Biondi” del palazzo comunale, con inizio alle 10,30. A seguire, alle 14,30, ci sarà una visita all’Archivio della ceramica, al museo Richard-Ginori e all’Istituto statale d’arte. Il secondo incontro, incentrato sul ruolo dell’innovazione per lo sviluppo del settore ceramico, si terrà invece il 3 ottobre alle 17,30 presso il museo Richard Ginori.

Il programma della manifestazione prevede anche l’esposizione delle opere realizzate dagli studenti dell’istituto statale di Sesto in occasione del concorso “Il Giovane Genio fiorentino: la porcellana di Doccia”. Un progetto nato dalla precisa volontà di dare uno stimolo ai giovani interessandoli alle professioni artigiane e alla fabbricazione dei manufatti. L’appuntamento con le opere ceramiche è all’interno del palazzo comunale di Sesto dal 22 settembre al 3 ottobre.

SCARICA LA BROCHURE DELLA MANIFESTAZIONE.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in archeologia, arte, comune, corsi vari, cultura, eventi, scienza e ricerca, scuola, Sesto Fiorentino, storia, tradizioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...