Fiorentina in Champions: festeggiamo con Sauro Fattori

sauro fattori

Anche SestoSguardo vuole celebrare la meritata e sudatissima qualificazione della Fiorentina alla prossima Champions League.

Così come nei dintorni dello stadio Franchi e come un po’ in tutta Firenze, anche a Sesto Fiorentino nel pomeriggio di domenica ci sono stati festeggiamenti e caroselli che si sono protratti fino a sera. Vorrei quindi approfittare di questa felice occasione per parlare di un sestese che negli anni ’80 militò nella Fiorentina ed in molte altre squadre di serie A e B.

Sauro Fattori, classe 1961, attaccante non ancora diciottenne, fu acquistato dalla Fiorentina, nella quale esordì nella massima serie il 19 ottobre 1980 in un Fiorentina-Inter 0-0. Iniziò veramente alla grande la sua carriera professionistica: nella stagione 1980/81 collezionò 21 presenze in maglia viola, segnando 3 gol. Tanto per farsi un’idea, meglio di lui quell’anno riuscirono a fare solo due mostri sacri come Antognoni (9 gol) e Bertoni (4 gol).

Insomma, si può dire che Fattori fosse una giovane promessa del calcio italiano; ma si sa, nella vita non tutto va per il verso giusto e così l’anno successivo, anziché puntare su di lui, la Fiorentina preferì cederlo al Verona in serie B. Negli anni successivi la sua carriera proseguì nella serie cadetta vestendo le maglie di Palermo, Atalanta e Sambenedettese. Purtroppo avrà pochissime altre occasioni per calcare i campi di serie A (in tutto 14 presenze vestendo le maglie di Avellino ed Atalanta).

Dal 1986/87 continua il suo girovagare per l’Italia, ma purtroppo calcherà solamente campi di serie C, militando nella Reggina, nel Foggia, nella Spal e nella Massese. Non so quale fosse il problema di Sauro, ma sta di fatto che in 10 anni di carriera professionistica, dal 1980 al 1990, cambierà ben 10 squadre.

Vogliamo comunque ricordarlo soprattutto per quella sua prima esaltante stagione in maglia viola ed in particolare per una partita che Fattori non potrà certo dimenticare: Catanzaro-Fiorentina del 22 febbraio 1981. Con i viola sotto di due gol dopo i primi 45 minuti, il nostro Saurone si scatena nella ripresa e la Fiorentina riesce a portare a casa un insperato pareggio grazie ad una straordinaria doppietta del giovane attaccante.

Negli ultimi anni, a quanto so, Sauro Fattori divide il suo tempo tra la passione del calcio (fino all’anno scorso allenava il San Piero a Sieve) e la professione di agente assicurativo a Sesto Fiorentino. Se qualcuno lo conoscesse saremmo lieti di avere notizie su di lui. Se lo avete visto in giro a Sesto, se sapete cosa fa adesso o se magari vi ha fatto l’assicurazione al vostro motorino, fatecelo sapere!

P.S. sono giunte voci in redazione (non sappiamo quanto attendibili) che anche due attuali giocatori della Fiorentina abitino a Sesto: trattasi di Daniele Cacìa e Franco Semioli. Attendiamo segnalazioni!

Annunci

7 commenti

Archiviato in cronaca, personaggi, Sesto Fiorentino, sport, storia

7 risposte a “Fiorentina in Champions: festeggiamo con Sauro Fattori

  1. Ma non sarai mica una delle appassionate di calcio che non si perdono una partita eh??

  2. aLe

    Sì! Non mi perdo una partita, me le guardo tutte con i miei zii adorati e il mio cugino pestifero!:-D Però l’articolo è stato scritto da Alessio…dovrei trovare il modo di far comparire il nome dell’autore di ogni post, ma ancora non ci sono riuscita.
    Comunque siamo molto sportivi: siamo contenti quando la Fiorentina vince, ma quando perde ce ne facciamo una ragione! 😉

  3. Giulia

    Ovvia… bravo sestosguardo, finalmente si parla di cose serie! Si scherza eh! Comunque anche noi abbiamo festeggiato esibendo sul terrazzo (in quel di Sesto Fiorentino) un mega-bandierone della fiore 🙂 eh! eh!
    Bacioni
    P.S. Leo dice che Semioli fa la spesa all’Ipercoop.

  4. Mmm… se fosse per me il calcio non esisterebbe più da secoli!! 😀

  5. filippo canali

    “Sebbene il calcio (a Sesto), in oltre mezzo secolo, non laureò campioni di altissimo livello, certamente alcuni giocatori si distinsero più di altri per le loro capacità; fra questi non possiamo non ricordare Piero Torrini. Il Torrini iniziò a giocare nel vivaio della Sestese, passando poi alla Fiorentina. Giocò anche in serie B, con il Brescia, e in alcune squadre della serie cadetta. Purtroppo la sua promettente carriera fu scontrata da un malore, durante una partita, nel 1956”. Fu in memoria proprio di quel giocatore che fu dato il nome allo stadio di Sesto Fiorentino: come ricorda il libro “Lo sport a Sesto Fiorentino” di Rita Peppicelli e Vinicio Tarli reperibile in Biblioteca circolante. Saluti a tutti gli appassionati di storia sestese. Filippo Canali

  6. @Filippo Canali: non dimentichiamoci del sestesissimo Daniele Amerini, che dopo aver fatto tutte le giovanili nella Sestese ha giocato in serie A con la Fiorentina, col Vicenza (con cui vinse la Coppa Italia nel ’97) e con la Reggina (che l’anno scorso grazie ad un suo gol all’ultima giornata contro il Milan raggiunse la salvezza nonostante gli 11 punti di penalizzazione).

  7. FIALDES marc

    Buongiorno,visto che parlate di Piero Torrini,sonno collezionista di arte,e ho quadro dei anni 70 firmato Pierotto ( probabilmente piero torrini) sapete dire me se e lui?
    Vi ringrazio anticipamente.
    m.fialdes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...