Addio a l’Eau de toilette “Case Passerini”

case passerini

Case Passerini veduta aerea

Non più cattivo odore nell’aria, più raccolta differenziata e maggior produzione di compost da destinare all’agricoltura e alla floricoltura. Tutto ciò grazie all’entrata in funzione di 14 nuove biocelle dell’impianto di compostaggio di Case Passerini. Prima della nuova realizzazione l’aria derivante dal processo di fermentazione dei rifiuti organici veniva rilasciata all’esterno dopo aver subito un trattamento, generando però maleodoranze per gli abitanti delle zone circostanti. Il prodotto finale, che prende il nome di “ammendante compostato”, non emette alcun cattivo odore e può essere utilizzato in agricoltura e in floricoltura. L’ampliamento e l’ottimizzazione dell’impianto di compostaggio consente un aumento del 62% della produzione di ammendante. Con le nuove 14 biocelle aumenta la potenzialità di trattamento dei rifiuti organici. Ciò permetterà di allargare il sistema di raccolta dei materiali organici di origine domestica, che garantirà anche a Firenze il superamento della soglia complessiva del 40% di raccolta differenziata.

(tratto da La Nazione.it)

cassonetti differenziati

Alex su Oculus ha fatto un’interessante osservazione sull’utilizzo eccessivo di imballaggi. In questo caso la “colpa” è del produttore industriale che fa un uso smodato di plastica non riciclabile. E noi consumatori come possiamo contribuire per migliorare lo smaltimento dei rifiuti e “ottimizzarlo”? Ecco come utilizzare correttamente i cassonetti differenziati:

COPERCHIO BLU – RIFIUTI NON DIFFERENZIATI

SI

NO

tutti i rifiuti che rimangono dopo aver fatto la raccolta differenziata

rifiuti ingombranti

rifiuti in terracotta e ceramica

scarti di edilizia

bicchieri e stoviglie in plastica

materiale sfuso

COPERCHIO GIALLO – CARTA E CARTONE

SI

NO

libri, giornali e riviste

contenitori di latte, succhi di frutta,ecc.

scatole schiacciate

carta chimica

quaderni

carta unta o molto sporca

opuscoli vari

COPERCHIO MARRONE – ORGANICO

SI

NO

scarti alimentari

tutto ciò che non deriva da scarti domestici di cucina

piccole quantità di foglie

stoffa o qualsiasi altro tessuto

piccole quantità di erba

CAMPANA CELESTE – MULTIMATERIALE

SI

NO

vetro

piatti e tazzine in ceramica

bottiglie e flaconi di plastica

oggetti in terracotta

sacchetti anche a rete

porcellana

contenitori in polistirolo

giocattoli e grucce

cellophane, nylon e parti di plastica

custodie cd e dvd

lattine e vaschette in alluminio

contenitori per liquidi tossici

barattoli per alimenti

lampade e tubi al neon

ogni altro contenitore in metallo

bicchieri, piatti e posate di plastica

contenitori per latte, vino, succhi di frutta, passato di pomodoro,ecc.

pentole e posate in alluminio

Basta poco, che ce vo’? Io mi impegno per differenziare i rifiuti il più possibile, anche quelli che, nel sito del Quadrifoglio, vengono classificati come altri rifiuti urbani:

  • Pile e batterie per automobili
  • Contenitori per liquidi tossici e infiammabili
  • Farmaci scaduti
  • Toner e inchiostri per stampanti
  • Olio vegetale
  • Abiti usati
  • Inerti (scarti di piccole opere di manutenzione)
  • Legno

Quando devo gettare qualche pila scarica la porto al banco informazioni dell’Ipercoop, ma credo che anche all’interno della Coop di piazza del Comune vi sia un punto di raccolta. Per quanto riguarda invece le medicine scadute che, per quel poco che ne so, sono particolarmente inquinanti per le falde acquifere e i terreni dove vengono depositati i rifiuti, basta portarle nelle farmacie fornite di un bidone bianco circolare. Non so se tutte le farmacie siano dotate di questo particolare raccoglitore, quella all’interno dell’Ipercoop sì. Chiaramente non voglio fare pubblicità degli esercizi commerciali citati, quindi se conoscete ulteriori punti di raccolta scrivetelo nei commenti.

raccolta differenziata medicine

Nelle farmacie si trova il bidone per la raccolta dei farmaci scaduti

Non vi ho ancora convinti? E se vi dicessi che la plastica, lavorazione del petrolio, viene prodotta da circa 50 anni e in questo breve tempo, senza il riciclaggio, ci siamo ipotecati circa mille anni a venire?

E se vi dicessi che grazie alla raccolta differenziata potreste avere una riduzione sulla TIA (tariffa di igiene ambientale, ovvero la tassa sui rifiuti)? Personalmente ritengo il calcolo della TIA ingiusto poichè, essendo basato unicamente sul numero di componenti del nucleo familiare e sui metri quadri della casa, non è indicativo della quantità di rifiuti prodotta da ciascuna famiglia. Perciò trovo interessanti le informazioni sulle ecostazioni e riduzione sulla TIA.

Infine, il discorso sulla gestione dei rifiuti è molto complesso, lo sapete meglio di me. Inceneritore sì, inceneritore no, rifiuti tossici, mafia, camorra, Napoli e i sacchetti per strada. La Toscana è una dei principali colpevoli di questa situazione. Basterebbe forse un po’ di educazione civica in più?

Annunci

2 commenti

Archiviato in comune, cronaca, cultura, lavori pubblici, scienza e ricerca, Sesto Fiorentino

2 risposte a “Addio a l’Eau de toilette “Case Passerini”

  1. Brava aLe… hai fatto un ottimo riassunto e ci aggiungo questo link ( http://www.sestofiorentino.info/blogger/2008/02/stazioni-ecologiche-di-quadrifoglio-spa.html ) che riporta ad un testo che ho scritto su sestofiorentino.info e che riguarda le oasi ecologiche dove TUTTI dovremmo andare per smaltire il materiale ingombrante o pericoloso.

    Ciao

  2. Grazie per il link Alex! Aggiungo anche questa informazione: per GRANDI QUANTITATIVI DI SFALCI E POTATURE telefonare al numero: 055 3906666

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...