Art attack: Perfetti-Ricasoli

Volete rovinare un bel panorama in 3 semplici passi? Non c’è bisogno di colla vinilica mischiata ad acqua in parti uguali. Fate come me:

quando c'era ancora il casolare

1) prendete un campo coltivato, un casolare disabitato, ma comunque gradevole alla vista. Fatto?

perfetti ricasoli in costruzione

2) delimitate l’area che volete distruggere con nastri di color arancione, poi prendete una ruspa. Fatto?

perfetti ricasoli in costruzione

3) buttate giù ogni ben d’Iddio!

Non ho potuto fare come Antonio Laganà, ma la tentazione c’è stata. Ahimè, il progresso…ma allargare l’autostrada tra Sesto e Prato non era proprio possibile? O almeno iniziare dal tratto del Metano…

Tratto Perfetti-Ricasoli in costruzione

Per spiegarmi meglio, questa è la zona in cui stanno costruendo la Perfetti-Ricasoli, stradone che collegherà Firenze Nova con Prato. Il triangolo arancione nella mappa corrisponde al campo dove viene distrutto il casolare nelle 3 fotografie in alto.

Annunci

21 commenti

Archiviato in bellezze naturali, lavori pubblici, Sesto Fiorentino, strade e itinerari

21 risposte a “Art attack: Perfetti-Ricasoli

  1. Marco Magherini

    Queste foto fanno male… come fanno male quelle di Monticchiello, quelle degli alberi di viale Morgagni… E come faranno male quelle delle zone che verranno cementificate nei prossimi anni (Castello, Pasolini). Sì, a volte vien voglia di fare come Laganà. Altre volte pensi “la gente si indigna ma poi vota sempre i soliti e ci lascia al 3%”. Non puoi cambiare la società perchè alla società non interessa essere cambiata. Così torni a fare quello che puoi con i mezzi che democraticamente ti hanno dato gli elettori, cercando magari di avvelenarti il fegato il meno possibile… Scusa per l’amarezza, Marco.

  2. Amarezza giustificata e condivisa, figurati. Stanno rovinando l’ultima cosa bella che c’era in questa zona di Sesto. Comunque il sole continuerà a tramontare ad Ovest…magari sulla strada, magari oltre i camion, ma quando il cielo diventerà rosso la Piana sarà ancora bella.

  3. Abbi pazienza, ma non ho capito bene dov’è il campo a cui ti riferisci.

    Cmq, di una strada che colleghi il “Metano” a Campi c’è proprio bisogno: siete mai passati da Viale Ariosto verso le 8.30? Passino le auto, ma la fila di autocarri non è affrontabile. Pensate anche a chi ci abita…

  4. ls

    allargare l’autostrada saarebbe stato molto semplice…ma forse non hai capito che dove c’è roba da spartire il senno non conta …contano solo i denari…e non quelli che comunque verranno spesi…anche se sicuramente male (vedasi tutte le sere striscia la notizia) ma contano quelli da spartire…quelli contano eccome…ed io mi chiedo ma nessun magistrato ascolta quelle interessanti trasmissironi di denuncia ( es. REPORTER )… ah già forse anche loro sono a cena fuori come tanti altri…mi sembra impossibile che in un paese che si dichiari civile possano succedere tante cose fatte male ai danni delle tasche dei poveri cittadini ignari …….

  5. @Marco: scusa, non ero stata molto chiara effettivamente. Davo per scontato che tutti sapessero dove passerà la Perfetti-Ricasoli. Grazie a Google Map spero di essere stata più esauriente! 😉 Il prgetto della Perfetti-Ricasoli è vecchio di quasi 30 anni. Nel frattempo sono stati realizzati altri interventi, come il recentissimo rifacimento del viale Ariosto, volto ad alleggerire il traffico. Quello che dico io è che FORSE in 30 anni il progetto rischia l’obsolescenza e FORSE poteva essere più semplice allargare il tratto di autostrada tra Firenze e Prato per far defluire più agevolmente quei camion che alle 8:30 restano imbottigliati nel traffico urbano. Ovviamente le mie restano supposizioni.

    @ls: spero che ci sbagliamo entrambi e che la Perfetti-Ricasoli diventerà un esempio di ottima riuscita e funzionalità. In caso contrario ci deprimeremo pensando ai camion che rovineranno la quiete di uno dei pochi angoli di campagna rimasti nella Piana…

  6. Eh no cara aLe … non c’è Artattack senza colla vinilica e soprattutto carta igienica!!

    Che la Perfetti Ricasoli sia un vecchio progetto si nota dal fatto che è concepita a due sole corsie (una per direzione) ma che comunque, visti i vari ristringimenti che stanno attuando a Sesto, va anche bene… sembra quasi un progetto moderno.

    Credo che verso Prato sia da congiungersi alla strada che da via Allende va verso il ponte di Prato…. o sbaglio? Beh… siete mai passati di la alle 17.00 del lunedi? Io ho fatto questo errore e il risultato è un tratto impercorribile (almeno verso PO).

    Poi mi domando… per collegarsi al cosiddetto METANO dove va? Si intasa tutto in fondo a Via Pasolini o si mette una rotonda con la pista di Peretola? 🙂

    Siamo sicuri che non venga usata la carta igienica in questi progetti Artattack? :-O

  7. aLe scusa il doppio post… ma qualcuno, al famoso incontro del 16 ottobre, ha anche detto: ma prima di fare i lavori a viale ariosto non era meglio aspettare la fine della P.R.? (non ricordo la risposta che fu data)

  8. Se sto, sguardo. Se vo via sguardo da un'altra parte

    O aLe, ma non ti sembra di essere diventata un po’ troppo “rimaggiocentrica”? Gli ultimi tre post che hai messo riguardano tutti la zona di casa tua… Esci un po’ più spesso, dai! Ma il tuo ragazzo non ti porta mai da nessuna parte?!?

  9. @Alex: una rotonda collegata alla pista di Peretola non sarebbe male, e poi un jet privato per tutti! 😉 dai, cerchiamo di non essere troppo catastrofici, magari il progetto è vecchio ma funziona. Vedremo…

    @Se sto eccetera: purtroppo hai colto in pieno il problema. Pare che il mio ragazzo sia troppo impegnato per portarmi fuori, così non mi resta che affacciarmi alla finestra. Una soluzione però ci sarebbe: potrei cercare nuovi accompagnatori…tu saresti disponibile?

  10. Marco Magherini

    Se non sapete cosa fare domani mattina e passate dalle parti del mercato… noi (verdi) facciamo un gazebo in piazza “del comune” angolo via verdi, con un questionario anonimo in cui tutti potranno esprimersi riguardo i temi caldi di Sesto. Senza pretese di fare sondaggi alla Silvio ma solo per capire quanto certi temi sono considerati importanti e quali proposte nuove si possono fare! Ciao, Marco.

  11. Il fatto è che lavoro il sabato altrimenti passavo volentieri… però potrebbe essere un momento interessante anche per eventualmente far conoscere i due blog sestesi ai sestesi… o no?

  12. Marco Magherini

    Risponderei “volentieri!” ma visto che è un gazebo “di partito” i due blog potrebbero essere catalogati politicamente e questo non sarebbe giusto… Comunque chi vuol passare a dire la propria è ben accolto. Ciao, Marco.

  13. Michela

    Intanto ringrazio Alex per avermi invitata a passare da queste parti, e trovo che un po’ di critica costruttiva sia una buona cosa.
    Passerò più spesso e se posso cercherò di rendermi utile… azione!

  14. @Marco: ti ringrazio davvero molto per non voler “manipolare” lo spirito del blog! 😉 Com’è andata sabato mattina? Avete riscontrato qualcosa di interessante o i sestesi sono rimasti indifferenti al questionario?

    @Michela: grazie per la visita! Come avrai visto nel mio blog parlo un po’ di tutto (ma solo di Sesto) e se vuoi segnalarmi qualcosa da pubblicare la prenderò seriamente in considerazione. A presto! 😉

  15. Marco Magherini

    E’ andata abbastanza bene, certo mette un pò tristezza constatare che migliaia di persone si sono messe in fila per votare un nome già deciso da mesi (ogni riferimento a Veltroni è puramente casuale) mentre da noi che chiedevamo segnalazioni e pareri sui problemi quotidiani tutta questa fila non si è vista. :o)

    Detto questo i risultati li compiliamo alla prossima riunione, dando un’occhiata veloce ho notato tantissimi no all’inceneritore, tantissimi no al campo nomadi e tantissimi sì alle piste ciclabili.

    Se ti interessa appena pronti i risultati li metto nei commenti (il nostro sito è fuori uso da un pò e speriamo ce lo riattivino presto…).

  16. Caro Marco… visto che ci sono tantissimi NO all’inceneritore ti chiedo una cosa…

    cosa si sta facendo a Sesto per evitarne la costruzione? I politici si comportano come se loro abitassero da tutt’altra parte!!

    Direi che dovremmo impegnarci come fanno i campigiani per far capire alle amministrazioni comunali che hanno decisamente rotto ………… con le loro decisioni!!

    Perché non ci mandi il questionario che te lo riempiamo e te lo facciamo riavere via mail?

  17. Marco Magherini

    Va detto a loro discolpa che i “decisionisti” sestesi abitano anche essi in zona… Dopo quello che è successo a Pisa (fumo viola) e Montale (diossine oltre i limiti) io non sono così tranquillo.

    In ogni caso l’inceneritore rappresenta l’antitesi del pensiero ecologista (brucia risorse riutilizzabili) e in generale di sinistra (si investe in macchine invece che in risorse umane, vedi raccolta porta-a-porta).

    La via alternativa esiste (riduzione-raccolta porta a porta-impianti a freddo con recupero di energia-discarica per l’avanzo che sarebbe minore delle ceneri residue dell’incenerimento).

    Noi a livello provinciale abbiamo perso l’assessore e siamo all’opposizione proprio per la contrarietà all’inceneritore. A Sesto a livello politico non c’è molto da fare, ormai, se non ribadire ogni volta la nostra contrarietà che però non è determinante visto che chi lo vuole ha nettamente la maggioranza…

    Oltre a questo siamo stati i sostenitori della raccolta differenziata porta a porta che anche se molto limitata come estensione ha già portato buoni risultati (siamo oltre il 45% di differenziata che non basta ma è più di tanti altri comuni).

    Social forum (del quale faccio parte) e comitati hanno organizzato diversi incontri sul tema, abbastanza partecipati. Se ricordi fu promossa anche l’esposizione di striscioni “no inceneritore” alle finestre. Alla fine però la protesta a Sesto non è mai decollata, forse perchè i nostri “avversari” hanno a disposizione più mezzi di informazione, non so… A Campi la protesta è dilagata anche perchè a un certo punto tutti i partiti erano contrari.

    Facile pensare che se anche a Sesto come a Campi si fosse parlato dei pericoli in circoli, parrocchie e incontri pubblici, magari la situazione sarebbe diversa. Invece in quei luoghi qua si è sentita quasi esclusivamente la campana del “va tutto bene”.

    Il discorso è lungo e non voglio esagerare anche perchè non è il tema del post e non è bello. :o) Sempre disposto a parlarne, comunque. Il sondaggio ve lo posso mandare per email, chi è interessato scriva pure a verdisesto@verdinrete.it .

    Chiedo scusa per il fuori tema ma mi sembrava giusto rispondere! Ciao, Marco.

  18. Micky

    Buon giorno a tutti, solo oggi ho scoperto questo sito e sono veramente contenta.
    Per quanto riguarda la questione INCENERITORE sono d’accordo con Alex, poichè fanno male alla salute e ci sono studi scientifici che lo provano, basta documentarsi. Come mai i ns. politici non hanno l’umiltà di confermare quello che gli scienziati dicono e fare marcia indietro e prendere in considerazione altre soluzioni? Io sono maligna e penso che a loro della ns. salute non interessi molto solo dei sporchi soldi e giochi politici che stanno rovinando tutto il sistema.

  19. Ciao Micky, benvenuta! 😉 La questione inceneritore ha riscosso molto successo e credo che presto ne parlerò su SestoSguardo. Intanto inizio segnalando questa pagina “DIFFERENZIAZIONE, RIDUZIONE, RIUSO E RICICLAGGIO DEI RIFIUTI” che mi sembra davvero interessante.

  20. Allora… contro l’inceneritore sono contento che scriverai qualcosa… a Sesto siamo piuttosto dormienti sotto questo aspetto e sarebbe l’ora di darsi una mossa…

    A me ha insospettito quello che è venuto fuori sul numero 3/2007 di Sesto Fiorentino (il giornale)… guardate il testo che ho scritto su http://www.sestofiorentino.info .

  21. Cercando riferimenti alla cosidetta “Opera importante”, cioè la tristemente famosa e costosa “Perfetti Ricasoli”, mi sono imbattuto in questo interessante blog. In particolare ho trovato il post su questa viuzza. Volevo soltanto far sapere che questa strada di merd… è chiusa in direzione Prato all’altezza dei Gigli da circa 2 mesi causa crateri.
    Ci prendono in giro e ci rubano il futuro da talmente tanti anni che è già diventato passato!
    E si gonfiano ancora la bocca questi vicerè. Ecco cosa dice uno dei capi cosca:
    Il Vicepresidente della Provincia, Andrea Barducci: “Si tratta un’opera importante per spostare all’esterno il traffico che attualmente interessa il comune di Sesto Fiorentino”
    (tratto da un articolo del 13/02/09 dal sito della ‘loro’ provincia)
    Spostare il traffico per andare dove? se poi chiudono la strada per mesi perchè magari il capo banda è troppo impegnato per firmare qualche foglietto che autorizzi la riparazione.
    Il capo banda di questo ente inutile è impegnato a comprare la poltrona di sindaco di firenze e con i soldi rubatici è anche andato a trattare negli states l’acquisto dei sistemi per fare una bolla wireless nella sua futura contea (prossima truffa?)
    Ma intanto la Nostra campagna è andata a putt….
    con la ‘Ricasoli’ (perche di ‘Perfetti’ ha solo la spartizione di soldi tra i capi clan). Non solo dovrebbero allargare l’autostrada ma dovrebbero ridarci la nostra terra come era. Ma ahimè, l’autostrada è di una società non controllata da ‘loro’… è meglio fare tutto nella “cosa nostra”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...