Deserti Pubblici

giardini pubblici giardini pubblici

Lo riconoscete? E’ il giardino che si trova accanto al parcheggio degli uffici Inps di via del Rimaggio. Non possiamo dire che a Sesto manchino gli spazi verdi. Oltre ai due bellissimi parchi del Neto (già Settimello, ma al confine con Sesto) e di Villa Solaria, dove molti di noi hanno trascorso i pomeriggi di maggio degli anni più belli e spensierati, sono sparsi per la città angoli verdeggianti dove trascorrere un pomeriggio tranquillo e dove portare a giocare i più piccoli. Trattandosi di “spazi verde di uso pubblico” l’Amministrazione si raccomanda di rispettarli, come è giusto.

Ma leggiamo nello specifico le indicazioni per il corretto uso del giardino:

giardini pubblici divieti

Niente biciclette, niente cani, niente pallone (mi sembra assurdo…cosa fa di male un bambino a giocare con un pallone?). Danneggiare le attrezzature e i giochi è impossibile, dato che non ce ne sono. Mi domando se calpestare l’erba del prato rientri nel “danneggiare la vegetazione“.

Ricapitolando: niente cani e bambini solo al guinzaglio. E gli anziani? E’ evidente che sarebbe difficile anche fermarsi a leggere il giornale, dato che mancano le panchine. Mi sorge un dubbio: che non vengano messe per evitare, come nel centro di Firenze, che la gente bivacchi? 😉

Annunci

13 commenti

Archiviato in bellezze naturali, comune, Sesto Fiorentino, stranezze

13 risposte a “Deserti Pubblici

  1. Brava aLe… un bellissimo post!! Te ne racconto un’altra: giardini della Zambra, li ci sono i giochi per i bambini e alcuni spazi attrezzati per fare pallacanestro o calcetto/pallavolo (quest’ultimo recintato e chiuso con un lucchetto). Oltre a queste cose è stato messo anche uno spazio per far divertire i cani liberamente. Il cartello agli accessi del giardino è lo stesso che hai messo tu: VIETATO AI CANI!!!!

    Una signora anziana mi raccontava che un giorno attraversava il giardino con il suo cane (di taglia grossa) al guinzaglio. Un vigile le ha detto che non poteva passare con il cane perché vietato e la signora ha chiesto come poteva portare il cane nello spazio apposito. Il vigile ha risposto: LO PRENDA IN BRACCIO!!! Un cane di taglia grossa in braccio ad una anziana signora?????

    No comment…

    …consiglio invece di leggere l’articolo che ho scritto su http://www.sestofiorentino.info riguardante viale Ariosto ed il mio incontro in assemblea pubblica con il Sindaco e assessori vari.

    Un saluto…

  2. ls

    complimenti questo blog migliora di giorno in giorno speriamo che lo leggano anche quei meravigliosi assessori che dai loro scranni guardano il popolino dall’alto in basso non ricordando che sono o ” dovrebbero essere i nostri ”
    dipendenti …..” perlomeno al servizio della società e non solo dei loro miseri interessi ”
    e fare qualche cosa per noi …………..
    invece……………………….

  3. Regole assurde, ma mai come quelle del DDL Levi-Prodi!

    L.T.

  4. Giulia

    … e non meravigliamoci se a breve verrà fatto pagare un biglietto d’ingresso 😉 Ora vado a vedere cosa ha scritto Alex sul Viale Ariosto. Ciao ciao

  5. @Alex: grazie mille della segnalazione, mi hai davvero incuriosita…per quanto riguarda il campino di calcetto, se ho capito qual è, le chiavi del lucchetto sono al circolo, e il campo va prenotato per poterci giocare. A me sembra giusto sanzionare chi, portando a spasso il cane, lascia sporco per la strada o non usa il guinzaglio, ma la situazione che tu hai descritto mi sembra davvero eccessiva! A proposito del tuo post, l’ho letto e lo citerò presto…grazie! 😉

    @ls: grazie per i complimenti, noto con piacere che i post più semplici sono i più visitati. Comunque in questo caso non credo si tratti di politica, ma di cartelli prestampati che vengono piazzati sistematicamente in tutti i giardini pubblici senza tenere conto delle differenze strutturali degli stessi.

    @Luca Taddei: caustico come sempre! 😀 Questa volta non posso non essere d’accordo con te…si sta davvero richiando di toccare il fondo.

    @Giulia: eheheh! Scherzaci…con la moda che c’è ora forse il biglietto per entrare nel giardino non lo fanno pagare, ma il biglietto per parcheggiare accanto all’Inps sì…

  6. Ciao e complimenti per il post, troverà posto fra le citazioni nel mio.

    Devo aggiungere che ci sono stati problemi dovuti ad atti di vandalismo al così detto “Cannocchiale” (P.zza della Costituzione). E’ abitudine, notturna, introdursi nelle stradine del giardino con gli scooter con conseguenti proteste dei residenti. L’ultimo atto vandalico che mi viene in mente è stato l’abbattimento di parte della recinzione del campetto in cemento. Probabilmente per questi atti contro i beni pubblici e per gli schiamazzi notturni, ultimamente si vede spesso la Polizia Municipale che fa il giro di ronda. Tempo fa era stato segnalato anche un problema all’illuminazione notturna che rimaneva spenta durante la notte, non so se per volontà o per guasto, questo però a mio avviso non deve accadere, si deve intervenire in maniera tempestiva, l’oscurità, è risaputo, è l’ambiente ideale per delinquere.

    Un saluto

  7. Del campetto di calcetto a me non importa molto… odio il calcio e i suoi derivati… ma un tempo c’era un campetto tenuto peggio dove però i bambini potevano giocare!!

    Quando hanno rifatto il campo è stato chiesto che venisse rimesso in funzione un piccolo campettino per i bambini ma a quanto pare non è stato fatto!!

    Vogliamo portare avanti anche la lotta all’irrigazione automatica? Nel giardino di via sciascia/moravia c’è un impianto lautamente pagato dagli abitanti della zona che hanno costruito le proprie case li… che non è mai stato rimesso in funzione… magari la prox settimana vi scrivo due righe a riguardo eh? devo ricostruire la storia …

  8. Francesco

    …popolo di Sestosguardo fate gli auguri all’aLe che oggi compie un quarto di secolo….AUGURI!!

  9. AUGURI ALEEEEEEEEEEEEEEE!!!

  10. Grazie mille! (molto imbarazzata)

  11. Ancora grazie! Ragazzi, mi imbarazzo! 😀

  12. Niente cani? Niente pallone? Mi chiedo chi può godersi quei parchi allora… Mi è giunta voce che in Toscana stia per essere approvata una legge regionale che consentirebbe ai cani di entrare ovunque, nei mezzi di trasporto, negli esercizi pubblici ecc., a meno che non sia esposto un cartello di divieto (es. nei negozi che proprio non vogliono animali). A Roma, ad esempio, si entra liberamente nei bar, salvo divieto esplicito del proprietario. Visto che dovrei venire ad abitare dalle parti di Sesto, com’è la situazione là attualmente per i cani? Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...